Download Free Templates http://bigtheme.net/ Websites Templates
  • Pensieri mariani

  • 1

Per il mese di febbraio

«A Dio non bastò averci Donato Suo Figlio in Croce, ma ci lasciò anche Maria. Onorando la Vergine, ameremo di più Gesù; mettendoci sotto il suo manto, comprenderemo meglio la misericordia divina. Quanto è grande Dio, com’è dolce Maria!» (San Rafael Arnáiz).

San Rafael Arnáiz Barón nacque il 9 aprile 1911 a Burgos (Spagna). Studiò nella scuola dei Padri Gesuiti, dove ricevette la Prima Comunione nel 1919. Fin da piccolo mostrò una grande sensibilità per le cose di Dio. Nel 1922, dopo essersi ripreso dalla prima manifestazione di una malattia che avrebbe segnato tutta la sua vita, suo padre, che attribuì la guarigione a un intervento speciale della Santissima Vergine, lo portò in ringraziamento a Saragozza, dove lo consacrò alla Vergine del Pilar. Man mano che trascorrevano gli anni, cresceva in molte qualità, come l’amicizia, e anche cresceva nella sua vita cristiana. Dio mise nel suo cuore il desiderio di consacrarsi nella vita monastica. Dopo aver preso contatto con la Trappa di monaci cistercensi di San Isidro de Dueñas, vi si sentì fortemente attratto, perché vedeva che corrispondeva ai suoi intimi desideri. Entrò lì il 15 gennaio 1934. Dovette lasciare tre volte il monastero a causa della malattia con cui Dio volle metterlo alla prova misteriosamente: il diabete mellito. Ogni volta tornava con maggiore anelito di generosità e di fedeltà, che fu pieno quando, il 26 aprile 1938, all’età di soli 27 anni, consegnò la sua anima a Dio. Fu dichiarato Beato da Papa Giovanni Paolo II nel 1992 e canonizzato l’11 ottobre 2009.

Nostra Signora di Fatima

s lucia

Nella seconda apparizione a Fatima la Vergine disse a suor Lucia: «E tu, soffri molto? Non scoraggiarti. Io non ti lascerò mai. Il mio Cuore Immacolato sarà il tuo rifugio e il cammino che ti condurrà verso Dio” (Parole della Vergine a Suor Lucia a Fatima durante la seconda apparizione , il 13 giugno 1917).

Lucia nacque il 22 marzo del 1907 a Aljustrel, una frazione rurale di Fatima. Quando vide per la prima volta la Vergine alla Cova da Iria aveva 10 anni. Entrò a far parte delle Sorelle Dorotee nel 1921, ma più tardi, nell’anno 1948, diventò carmelitana scalza per volere di Dio nel Carmelo di Santa Teresa di Coimbra. La Vergine aveva detto che Francesco e Jacinta sarebbero andati presto in cielo, mentre Lucia sarebbe dovuta rimanere sulla terra per diffondere i Suoi messaggi. E così fece fino alla sua morte che avvenne il 13 febbraio del 2005; è stata già avviata la sua causa di beatificazione. Ci ha lasciato molti scritti relativi alle apparizioni sotto forma di “memorie”. 
Tra gli scritti vi è questo prezioso passaggio che parla del Rosario: «La Santissima Vergine, in questi ultimi tempi, ha dato una nuova efficacia alla recita del Santo Rosario: non esiste infatti alcun problema, per quanto difficile possa sembrare, sia esso terreno o a maggior ragione spirituale, che riguardi la nostra vita personale, delle nostre famiglie(…) o le vicende dei popoli e nazioni(…) che non si possa risolvere con la recita del Santo Rosario.»

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Ok