Sacerdote grazie a Garabandal

sacerdote rosario

Questo giovane sacerdote non è mai stato a San Sebastián de Garabandal. Tuttavia, la lettura di un libro che gli ha permesso di conoscere nel dettaglio i fatti che lì sono accaduti, lo ha avviato a una relazione con Nostra Madre grazie alla quale ha scoperto e accettato la chiamata al sacerdozio.

Pur non essendo mai stato a San Sebastián de Garabandal, posso dire che la Vergine Maria si è servita di quanto vi è accaduto più di cinquant’anni fa per toccare il mio cuore e porlo di fronte al Signore.
 
A dire la verità, ho sentito la chiamata del Signore fin dall’infanzia e durante l’adolescenza, ma è stato nella giovinezza quando Egli mi ha buttato giù da cavallo, mi ha mostrato il Suo impegno e mi ha dato la forza di fare il primo passo ed iniziare a discernere la mia vocazione al sacerdozio.

La situazione era la seguente. Stavo finendo i miei studi civili in una città del nord della Spagna. Avevo iniziato a uscire con una ragazza conosciuta in un pellegrinaggio a Lourdes. Ci sembrava che questa relazione fosse un dono del Signore attraverso la Vergine: io mi stavo liberando da alcuni dubbi sulla fede e questa ragazza è stata uno strumento molto importante di cui il Signore si è servito perché io ricominciassi a fidarmi di Lui.
Durante l’estate lei mi aveva prestato un libro su Garabandal intitolato “Se fue con prisas a la montaña” (N.d. R.: in italiano: “si recò in fretta verso la regione montuosa”, Lc 1,39), del Padre Eusebio Garcia de Pesquera.  
Leggendolo, sin dall’inizio, a mano a mano che mi lasciavo coinvolgere, sperimentavo la necessità di pregare il rosario in ginocchio, lentamente, con il cuore, mettendo la mia vita nelle mani della Madonna . Questa è poi diventata una necessità quotidiana, culminata nel chiedere alla Vergine Maria quale fosse la volontà di Suo Figlio per la mia vita. Così ho potuto riconoscere che il Signore mi stava chiamando da sempre al sacerdozio e che questa intuizione meritava un atto di fede.

Poco tempo dopo, sono entrato in seminario e oggi sono sacerdote. Posso dire che devo la mia vocazione alla Vergine poiché, da quel momento, per tutti questi anni, ho sperimentato sempre il Suo aiuto di Madre nel discernimento e nella mia vita sacerdotale.

Spero che la mia semplice testimonianza possa servire per dar gloria a Dio attraverso Maria.