• Alla scuola di Maria

    Madre, maestra e modello
  • 1

Dettagli di Madre

Nella casa di Conchita avvennero alcune cose interessanti. Dico «in casa di Conchita», ma la protagonista non era lei… Ce lo racconta don José Ramón García de la Riva nelle sue «Memorie».

Loli era in estasi e giunse il momento, così noto già a molti e per tutti così emozionante, di distribuire a ciascuno dei proprietari i molteplici oggetti che erano stati baciati dalla Vergine Maria. Come al solito, la bambina, senza guardare e senza sbagliarsi, iniziò il suo compito, prendendoli a uno a uno dal mucchio in cui erano attorcigliati o mescolati… Giunse il turno di una fede matrimoniale. Loli la prese e la mise a una signora nell’anulare della mano destra, come si è soliti portarla in Spagna. Ma quasi immediatamente, e dando l’impressione di seguire delle istruzioni misteriose, sfilò l’anello da quel dito e lo mise allo stesso dito, però della mano sinistra: la signora non poté contenere la sua emozione e scoppiò a piangere. Perché? Ella era di Valenza (Spagna) e aveva compreso la delicatezza della Vergine, visto che nella sua terra, secondo quanto dichiarò ai circostanti, gli anelli nuziali sono soliti essere portati non nella mano e nel dito in cui lo fanno le altre persone della Spagna, ma proprio dove Loli le aveva messo il suo… La cosa non finì qui, perché Loli le disse pure il nome di suo marito, che ella non aveva assolutamente comunicato ad alcuno.

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.

Ok