Download Free Templates http://bigtheme.net/ Websites Templates
  • Spiritualità

  • 1

Il 13 maggio si celebra il 100º anniversario della prima apparizione della Vergine Santissima a Fatima. Apparve a tre pastorelli, Lucia (10 anni), Francesco (9 anni) e Giacinta (7 anni).

Quale fu la conversazione che ebbero quel giorno?

fatima mayo

Il 13 maggio si celebra il 100º anniversario della prima apparizione della Vergine Santissima a Fatima. Apparve a tre pastorelli, Lucia (10 anni), Francesco (9 anni) e Giacinta (7 anni).
Quale fu la conversazione che ebbero quel giorno?

Prima apparizione della Madonna

«- Non abbiate paura. Non vi faccio del male.

- Di dove è Lei? - le domandai.

- Sono del Cielo.

- E cosa vuole da me?

- Sono venuta a chiedervi di venire qui per sei mesi consecutivi, il giorno 13, a questa stessa ora. Poi vi dirò chi sono e cosa voglio. Quindi tornerò qui di nuovo una settima volta.

[- Lei mi può dire se la guerra durerà ancora molto tempo o se sta per terminare?

- Non te lo posso dire ancora, finché non ti avrò detto quello che voglio.]

- E anch’io andrò in Cielo?

- Sì, ci andrai.

- E Giacinta?

- Anche lei.

- E Francesco?

- Anche, ma deve recitare molti rosari.
[...]

- Maria das Neves è già in Cielo?

- Sì, è là.

- E Amelia?

- Resterà in Purgatorio sino alla fine del mondo.
[...]

– Volete offrirvi a Dio per sopportare tutte le sofferenze che Egli vorrà mandarvi, in atto di riparazione per i peccati con cui Egli è offeso, e di supplica per la conversione dei peccatori?

- Sì, lo vogliamo.

- Allora dovrete soffrire molto, ma la grazia di Dio sarà il vostro conforto.
Fu mentre pronunciava queste ultime parole (la grazia di Dio...) che aprì per la prima volta le mani, comunicandoci una luce così intensa, una specie di riflesso che da esse usciva e ci penetrava nel petto e nel più intimo dell’anima, facendoci vedere noi stessi in Dio, che era quella luce, più chiaramente di come ci vediamo nel migliore degli specchi. Allora, per un impulso intimo pure comunicatoci, cademmo in ginocchio, e ripetevamo col cuore:
- Santissima Trinità, io Vi adoro. Mio Dio, mio Dio, io Vi amo nel Santissimo Sacramento.
Passati i primi momenti, la Madonna aggiunse:
- Recitate il rosario tutti i giorni per ottenere la pace nel mondo e la fine della guerra.»

Questa vicinanza della Vergine Maria, tale da tenere questa conversazione con i bambini, ci ricorda i modi materni che ebbe anche a Garabandal. Di nuovo vediamo che ciò che chiedeva a Garabandal non era qualcosa di nuovo, era ed è piuttosto un ricordo. Ci ricorda che dobbiamo pregare e fare sacrifici. Già nel Vangelo Gesù disse: “Questa razza di demòni non si scaccia se non con la preghiera e il digiuno”. Come preghiera la Madonna ci chiede il Rosario. Il Rosario quotidiano porta con sé molti beni. È un meditare tutto ciò che il Signore fece per noi, e allo stesso tempo un chiedere alla Madre di Dio e Madre nostra che ci aiuti e che interceda per noi. Non deve trascorrere un giorno senza elevare questa preziosa preghiera. Lei stessa ce l’ha donata, dobbiamo approfittarne.

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Ok