• Spiritualità

  • 1

L’Avvertimento sarà una grazia particolare che Dio darà all’anima di ognuno di vedersi come Egli lo vede. Sarà un momento in cui ci troveremo a tu per tu di fronte a Dio e alla nostra coscienza.

inmaculado

A Garabandal le bambine dicono che la Madonna parlò loro di un “miracolo molto grande”. Padre Eusebio García de Pesquera nel suo libro scrive: “Sarà molto più grande, molto più forte rispetto a quello di Fatima [N.d.R.: il miracolo del sole]... provocherà una tale impressione, che nessuno di coloro che lo vedrà, potrà andarsene con dubbi. Converrebbe che tutti siano presenti, visto che sicuramente non ci sarebbe il castigo, visto che tutti crederebbero”. Sicuramente la Vergine Maria promise che sarebbe stato molto grande. Conchita scrisse nel suo diario che “il miracolo è anche immensamente grande, così come il mondo ha bisogno”. Ma prima del Miracolo, è stato annunciato un altro evento: l’Avvertimento.

Vedersi come Dio ti vede

L’Avvertimento sarà una grazia particolare che Dio darà all’anima di ognuno di vedersi come Egli lo vede. Sarà un momento in cui ci troveremo a tu per tu di fronte a Dio e alla nostra coscienza. Così come lo spiegano le bambine, l’Avvertimento ricorda un po’ l’esperienza che ebbe Santa Teresa di Gesù quando il Signore le mostrò il luogo che meritava nell’inferno per i suoi peccati. Lungi dall’essere un’esperienza che la allontanasse da Dio, fu una grazia dolorosa che ella riconobbe come “una delle maggiori grazie che il Signore mi ha fatto, perché mi ha aiutato moltissimo”. A Garabandal, come dirà Conchita, l’Avvertimento, anche se sarà come un castigo per quanto farà soffrire, non ha come scopo il timore.

“Dio ci manda l'Avvertimento per purificarci, per farci vedere il miracolo con il quale ci dimostra il Suo amore per noi e, quindi, il Suo desiderio che noi compiamo il messaggio”.
“Gioverà assai a coloro che non si dispereranno, poiché sarà per la nostra santificazione”.
Diario di Conchita

Le veggenti stesse dicono che non sanno quando avverrà questo Avvertimento, ma sicuramente avverrà. Visto che il suo scopo non è il timore, non dobbiamo neppure temere questo momento, bensì preparare il cuore. Questo è il tempo di aprire il cuore a Dio, di esaminarci con sincerità, di cercare e di approfittare di tutte le opportunità di conversione. Siamo poveri, ma il Signore è ricco e desidera condividere ed infondere in noi il Suo amore e concederci il Suo perdono. Dobbiamo supplicare la misericordia per noi e per il mondo intero.

Rivedere la nostra vita

Con tutto questo in mente è ora di rivedere la nostra vita. Non aspettiamo il giorno dell’Avvertimento. Anticipiamo l’Avvertimento mettendoci di fronte a Dio, chiedendo allo Spirito Santo di vederci in Lui. Fare l’esame di coscienza ogni giorno aiuta a estirpare quei peccati veniali, i vizi e i difetti volontari che rimangono lì anche dopo la nostra conversione. La vita intera è una conversione costante verso Dio. Spesso non ce ne rendiamo conto, ma si infiltrano piccole infedeltà nell’anima, cosa che fa sì che parti di essa si oscurino. Il Signore è luce, Egli desidera riempire il nostro cuore, per questo ci chiama alla fedeltà. Quanti idoli innalziamo nel nostro cuore! Il nostro io, un oggetto, gli studi, una meta, una moda, un dio che non è il Dio vero. Questo offende gravemente Dio, visto che il primo comandamento dice che non dobbiamo avere altro Dio fuori di Lui. Dobbiamo esaminare con sincerità il nostro cuore e chiederci: C’è qualcosa o qualcuno che metto al di sopra di Colui che deve regnare nel mio cuore?

Ella ci aiuterà

Non dimentichiamo come si presentò la Madonna a Garabandal: “Io, vostra Madre”. Come buona Madre è al nostro fianco, è con noi e se noi siamo con Lei non dobbiamo temere nulla. In questi tempi ricorriamo a Lei con fiducia. Preghiamo il Rosario, eleviamo canti, suppliche, sguardi colmi di amore verso la più dolce delle Madri: Maria.

Maria, Tu che non abbandoni i Tuoi figli, aiutaci, sostienici, portaci alla Verità che è il Tuo Figlio Divino. Amen.

 

 

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.

Ok