• Spiritualità

  • 1

Il titolo di questo articolo sono parole che si trovano nel rapporto scritto da P. José Maria Alba Cereceda, S.J., che constatò: “Secondo la valutazione dei medici è impensabile una spiegazione psicologica o anormale, come neppure qualcosa di commerciale, interessato, propagandistico, fraudolento da parte della famiglia o da parte della collettività del paese”. Il suo rapporto è un richiamo a prestare attenzione al messaggio che ci è stato dato attraverso quelle apparizioni.

santidad

Il titolo di questo articolo sono parole che si trovano nel rapporto scritto da P. José Maria Alba Cereceda, S.J., che constatò: “Secondo la valutazione dei medici è impensabile una spiegazione psicologica o anormale, come neppure qualcosa di commerciale, interessato, propagandistico, fraudolento da parte della famiglia o da parte della collettività del paese”. Il suo rapporto è un richiamo a prestare attenzione al messaggio che ci è stato dato attraverso quelle apparizioni. Dice che siamo chiamati a un’ “autentica riforma di vita”, che “ciò che preoccupa la Vergine è la nostra santità”, che “il messaggio consegnato dalla Madonna alle bambine il 18 ottobre ha una struttura molto semplice e chiara. Sacrifici, penitenza, visite al Santissimo Sacramento”.
Ed è così. Ciò che la Vergine Maria ci chiede non è niente di diverso da ciò che il Magistero della Chiesa ha detto e ci ha chiesto dagli inizi del cristianesimo, magistero e insegnamenti che dobbiamo tornare a ricordare e a vivere veramente.

C’è un’urgenza reale nel nostro tempo, in cui il laicismo e la perdita della coscienza del peccato sono in aumento, a “ritornare a un’autentica vita cristiana”. Come rispondere a questa urgenza? Veramente inizia da noi stessi. Dobbiamo evangelizzare, portare il Signore alle anime, fare apostolato… sì, e quanto più possiamo, ma dobbiamo anche lavorare a questa continua conversione interiore, essere sempre più fedeli al Signore, alla Sua Parola, a ciò che Egli ci può chiedere.

Dice il Catechismo della Chiesa Cattolica che “questo dono gratuito dell'adozione [a figli nel Figlio] esige da parte nostra una conversione continua e una vita nuova” (CCC 2784). Usa la parola “esige”. L’amore in un certo modo esige amore. Nel vedere l’amore di Dio nei nostri confronti, nel meditarlo, soprattutto meditando la Passione, come ci ha consigliato la Madonna, non possiamo volere che rispondere con il nostro amore. Succede lo stesso quando guardiamo gli avvenimenti a Garabandal. Come potremo non rispondere? La Vergine Maria viene come Madre, non a dirci qualcosa di nuovo o al di fuori da ciò che è già noto, ma per ricordarci ciò che dobbiamo fare per arrivare in Cielo, e ciò che possiamo fare affinché altre anime conoscano il Signore e Lo amino.

La Vergine Maria chiese in un’occasione a Conchita: “posso contare su di te...?”. Lo chiede anche a noi e aspetta una risposta, aspetta la tua risposta.

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.

Ok