Download Free Templates http://bigtheme.net/ Websites Templates
  • Spiritualità

  • 1

Spiritualità

Non solo un Natale in più

Ci potrebbe aiutare durante questo Avvento, come preparazione al Natale, riflettere un po’ e ricordare che la Vergine ha voluto portare con sé Gesù Bambino in alcune delle Sue apparizioni.

Leggi tutto...

50 anni dopo l’ultima apparizione II

Continuiamo a riflettere sull’ultima apparizione della Madonna a Garabandal. Prosegue Conchita nel suo Diario: Le dissi: “Sono venuta a portarti i rosari perché Tu li baci”. Lei rispose: “Lo vedo”.

Leggi tutto...

50 anni dopo l’ultima apparizione I

In quest’anno 2015 ricorre il 50º anniversario dell’ultima apparizione della Madonna a Garabandal. Avvenne il 13 novembre 1965. Come non emozionarsi nel ricordare gli avvenimenti di quella giornata! La Vergine Maria è Madre, e di nuovo lo dimostra con l’interesse che ha nei confronti dei Suoi figli.

Leggi tutto...

Garabandal e la famiglia

Da poco nella Chiesa c’è stata la XIV Assemblea Generale Ordinaria del Sinodo dei Vescovi sul tema “La vocazione e la missione della famiglia nella Chiesa e nel mondo contemporaneo”. Da lì sorgono molte riflessioni sulla famiglia e in modo più specifico sulla famiglia cristiana. L’attacco che c’è oggi contro la famiglia è sempre più palese. Anche a Garabandal ci sono stati gesti da parte della Madonna che risaltano l’importanza del matrimonio e della famiglia.

Leggi tutto...

Garabandal e la Visitazione

La prima volta che la Madonna apparve a Garabandal fu un 2 luglio. A quei tempi era la festa della Visitazione, che poi, con la riforma del Calendario Romano di Paolo VI del 14 febbraio 1969, fu spostata al 31 maggio. Pensando in questo dettaglio, possiamo sicuramente esclamare assieme a Santa Elisabetta: “A che debbo che la Madre del mio Signore venga a me?” (Lc 1, 43), perché Ella venne di nuovo per portarci la gioia, per portarci Gesù.
Dice Giovanni Paolo II: “Con la sua esclamazione ammirativa, Elisabetta ci invita ad apprezzare tutto ciò che la presenza della Vergine reca in dono alla vita di ogni credente”.
Nella narrazione biblica della visitazione della Madonna a Sua cugina Elisabetta contempliamo come il fuoco della carità spinse Maria ad andare “in fretta verso la regione montuosa” per assistere Sua cugina Elisabetta che era incinta. Più che recare un aiuto fisico dobbiamo fissare l’attenzione sulla gioia che portò la Madonna a Santa Elisabetta, perché portava Gesù, che è la nostra gioia, nel Suo grembo.

Leggi tutto...

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Ok